Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, è intervenuto dal palco della festa della Lega a Fontevivo, in provincia di Parma. E come spesso accade nei suoi discorsi, ha citato le persone, più o meno note, che non sono d’accordo con le sue opinioni e che, in certi casi, lo attaccano. “Lo hanno fatto Nina Zilli e Ghali” ha detto Salvini, per poi chiedersi ironicamente: “Ma chi cazzo sono?”.
La cantante italiana aveva rivolto al segretario della Lega un “vaffanculo”. Poi si era scusata per la parola, confermando tuttavia la propria contrarietà alle politiche di Salvini.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

La sottosegretaria alla Cultura Borgonzoni (Lega): “Conquistiamo la Regione e diamo un calcio in culo ai comunisti”

prev
Articolo Successivo

Dl dignità, Padoan: “Va chiamato ‘decreto smantellamento’. Di Maio e l’Air Force Renzi? Demagogia che fa ridere”

next