Il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, è intervenuto dal palco della festa della Lega a Fontevivo, in provincia di Parma. E come spesso accade nei suoi discorsi, ha citato le persone, più o meno note, che non sono d’accordo con le sue opinioni e che, in certi casi, lo attaccano. “Lo hanno fatto Nina Zilli e Ghali” ha detto Salvini, per poi chiedersi ironicamente: “Ma chi cazzo sono?”.
La cantante italiana aveva rivolto al segretario della Lega un “vaffanculo”. Poi si era scusata per la parola, confermando tuttavia la propria contrarietà alle politiche di Salvini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

La sottosegretaria alla Cultura Borgonzoni (Lega): “Conquistiamo la Regione e diamo un calcio in culo ai comunisti”

next