Il Movimento 5 Stelle recupera punti sull’alleato di governo e si riconferma la prima forza politica del Paese: dal sondaggio condotto a fine luglio dall’Istituto Demopolis emerge infatti che se si andasse a votare ora i pentastellati otterrebbero il 31% dei consensi, mentre la Lega si fermerebbe al 29%. Dopo la rapida ascesa cominciata con l’exploit del 4 marzo e il sorpasso rispetto agli alleati 5 Stelle, il Carroccio trainato dal ministro dell’Interno Matteo Salvini inizia a perdere consensi. A ridare maggiore visibilità al leader M5s Luigi Di Maio sono probabilmente l’abolizione dei vitalizi e le misure del Decreto Dignità sul mondo del lavoro, che fanno da contraltare al protagonismo del collega vicepremier Salvini sulla questione migranti.

Per quanto riguarda gli altri partiti, il Pd si attesterebbe al 17,5% e Forza Italia al 9,5%. Molto staccati invece Fratelli d’Italia e Liberi e Uguali, rispettivamente al 3,5% e 2,6%. “Secondo i dati rilevati prima della pausa estiva – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – con le opposizioni in difficoltà,  i due partiti che hanno dato vita al Governo Conte, M5S e Lega, conquistano nel complesso il voto di 6 italiani su 10“. L’indagine è stata condotta il 24 ed il 25 luglio 2018 su un campione stratificato di 1.200 intervistati, rappresentativo della popolazione italiana maggiorenne, e i risultati sono stati pubblicati su diverse testate, quali Il Tirreno, Il Messaggero Veneto e Il Giornale di Sicilia.