Due poliziotti sono indagati per la morte di un pregiudicato durante una sparatoria avvenuta nella notte tra venerdì e sabato a Brindisi. Gli agenti erano intervenuti nel quartiere Commenda, su segnalazione di un cittadino, per sventare l’assalto a un bancomat della Banca Popolare di Bari. Quando sono arrivati sul posto, la banda – secondo la ricostruzione – ha aperto il fuoco esplodendo diversi colpi di fucile e pistola.

I poliziotti avrebbero quindi risposto al fuoco. Nello scontro è rimasto ucciso Giovanni Ciccarone, di 50 anni, di Ostuni, raggiunto da quattro proiettili, uno dei quali alla testa. I suoi quattro complici sono quindi fuggiti a bordo di un’Audi A6 che è riuscita a seminare le volanti spargendo sull’asfalto chiodi a tre punte che hanno forato le ruote della polizia.

I due agenti sono stati raggiunti da informazioni di garanzia in vista dell’assegnazione da parte del magistrato inquirente, Pierpaolo Montinaro, dell’incarico per l’autopsia che verrà conferito martedì. Il magistrato assegnerà anche l’incarico per la perizia balistica. Al momento, quindi, la loro iscrizione nel registro degli indagati per omicidio colposo è un atto dovuto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Roma, rapinano un hotel e aggrediscono il portiere con la sua stampella: fermati due ventenni

prev
Articolo Successivo

Ivrea, ubriaco in sella a cavallo: multato e denunciato per guida in stato di ebbrezza

next