Respinti dal portiere di un hotel in zona stazione Termini, a Roma, per mancanza dei documenti, lo aggrediscono e s’impossessano dell’incasso. Si danno alla fuga ma poi, grazie alle indicazioni della vittima, vengono individuati e sottoposti a fermo dagli agenti di Polizia del commissariato Viminale. Si tratta di una coppia di origini peruviane, 23 anni lui e 20 lei, che dovrà rispondere di rapina aggravata. La vittima, colpita con pugni e la sua stampella utilizzata per deambulare, ha riportato lesioni guaribili in 30 giorni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reggio Emilia, ventenne spinta dietro un cespuglio e violentata: è caccia all’uomo

next
Articolo Successivo

Brindisi, due poliziotti indagati per la morte di un pregiudicato durante scontro a fuoco per sventare una rapina

next