Ha sparato in aria con una pistola finta mentre passava un carabiniere in boghese. Che lo ha fermato ma poi è stato minacciato dallo zio del giovane. Per questo motivo i militari hanno arrestato un uomo di 34 anni con l’accusa di resistenza e minaccia aggravata a pubblico ufficiale: l’uomo era già alle forze dell’ordine per reati comuni.

Succede a Quarto, in provincia di Napoli, dove un carabiniere, che non era in servizio, stava passando in abiti civili in via Crocillo alla guida della sua vettura. A quel punto ha notato un giovane che – in piedi al margine della strada – ha estratto un revolver e sparato un colpo in aria, senza apparente motivo. Il militare si è fermato e ha chiamato il 112. Poi ha impugnato l’arma d’ordinanza e ha intimato al ragazzo di fermarsi ma il giovane è fuggito. Bloccato dopo un breve inseguimento a piedi – mentre sul posto erano arrivati i carabinieri – è a quel punto che è gli investigatori hanno scoperto come la pistola del ragazzo fosse in realtà una scacciacani privata del tappo rosso. Nel frattempo, però, sono scesi in strada i parenti del minore, tra i quali lo zio che si è rivolto con parole e fare minaccioso al militare. I militari lo hanno quindi bloccato e arrestato. Il minorenne, invece, è stato denunciato e affidato ai genitori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, anche la Germania accoglie 50 persone: “Collaboriamo con Italia”. Navi militari ancora ferme davanti a Pozzallo

next
Articolo Successivo

A Tirana sarà demolito il teatro italiano: le accuse di speculazione gettano ombre sui negoziati Ue

next