Ha sparato in aria con una pistola finta mentre passava un carabiniere in boghese. Che lo ha fermato ma poi è stato minacciato dallo zio del giovane. Per questo motivo i militari hanno arrestato un uomo di 34 anni con l’accusa di resistenza e minaccia aggravata a pubblico ufficiale: l’uomo era già alle forze dell’ordine per reati comuni.

Succede a Quarto, in provincia di Napoli, dove un carabiniere, che non era in servizio, stava passando in abiti civili in via Crocillo alla guida della sua vettura. A quel punto ha notato un giovane che – in piedi al margine della strada – ha estratto un revolver e sparato un colpo in aria, senza apparente motivo. Il militare si è fermato e ha chiamato il 112. Poi ha impugnato l’arma d’ordinanza e ha intimato al ragazzo di fermarsi ma il giovane è fuggito. Bloccato dopo un breve inseguimento a piedi – mentre sul posto erano arrivati i carabinieri – è a quel punto che è gli investigatori hanno scoperto come la pistola del ragazzo fosse in realtà una scacciacani privata del tappo rosso. Nel frattempo, però, sono scesi in strada i parenti del minore, tra i quali lo zio che si è rivolto con parole e fare minaccioso al militare. I militari lo hanno quindi bloccato e arrestato. Il minorenne, invece, è stato denunciato e affidato ai genitori.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili