“Se i voucher possono servire a settori come l’agricoltura e il turismo, per specifiche competenze, allora ben vengano. L’unica cosa che chiedo alle forze di maggioranza è quella di evitare abusi in futuro”. Lo ha detto il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, presentando le linee guida dei suoi dicasteri al Senato. Durante l’audizione davanti alle commissioni industria e lavoro in Senato il vicepremier ha anche toccato il tema dei dazi e del protezionismo internazionale.”Non bisogna aver paura di parlare dei” perché “il dazio non è una porta che chiude tutto. In questo momento storico mentre l’Europa si è aperta a ogni tipo di trattato i due grandi altri player mondiali, Cina e Stati Uniti, si stanno chiudendo ad ogni tipo di trattato. E questo dobbiamo considerarlo. Poi ho ben presente il potenziale della nostra economia, l’importanza dell’export e di quanto il Made in Italy sia ambasciatore nel mondo. Ma il dazio non è una porta che chiude tutto”, conclude