E’ stato presentato alla Feltrinelli di Milano il nuovo libro di Chiarelettere editori, ‘Non lasciamoli soli’, di Alessandra Ziniti e Francesco Viviano. Il libro riporta le testimonianze raccolte dagli operatori di Medici Senza Frontiere e di coloro che sono riusciti a fuggire ai lager libici. “Sono storie di persone, non di numeri – spiega Alessandra Ziniti -. Storie che in questo secolo non dovrebbero più esistere. Storie che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire che fanno finta di non sapere per cercare di respingere questa gente indietro perdendo il nostro senso di umanità”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, nella comunità che ospita i minori non accompagnati: “Hanno subito violenze di ogni tipo. Sono persone non slogan”

next
Articolo Successivo

Giornata mondiale rifugiato, Mattarella: ‘Italia contribuisce a dovere accoglienza. Ue unita gestisca l’emergenza’

next