Dopo l’annuncio di Luigi Di Maio sul mancato aumento dell’Iva, all’assemblea generale di Confcommercio, ad esultare è anche Confindustria. “Una grande apertura del ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro che crea grandi aspettative. Ci auguriamo quanto prima un confronto. È in governo che vuole cambiare in meglio il Paese. Lasciamoli lavorare”, ha rivendicato. Per poi benedire l’ipotesi di ‘pace fiscale‘: “Può essere l’inizio di un rapporto diverso tra cittadino e Stato in una logica non conflittuale e recuperando un senso di comunità non divisiva e costruire un paese migliore”, ha aggiunto il presidente di Confindustria. Sull’Ilva, invece, ha chiarito: “Ancora nessun confronto, ma è un asset del Paese e non deve chiudere”. Da Di Maio, invece, ancora nessun commento sul dossier delicato dell’acciaieria.