“Un’astensione critica o benevola, chiamatela come vi pare. Questo è il mio suggerimento”. A proporlo è il presidente della regione Liguria, il forzista Giovanni Toti, che fuori da Montecitorio ha risposto ai cronisti a proposito del via libera di Forza Italia a un governo Lega-M5s. “Sarà Berlusconi a decidere”, ha poi aggiunto. “Non è in discussione una fiducia, al massimo un’astensione”. E sulla paura del voto, che avrebbe spinto FI a evitare le urne a luglio, Toti si è difeso: “Non è questione di paura, un voto in estate per avere gli stessi risultati sarebbe un esercizio ginnico