“Oggi siamo in un’altra fase. Sono disponibile a scegliere un premier terzo che faccia un contratto di governo con tre condizioni intrattabili: reddito di cittadinanza, abolizione della Fornero, una seria legge anticorruzione”. Lo ha detto Luigi Di Maio al termine delle consultazioni al Quirinale con il presidente Sergio Mattarella. “Deve essere chiaro “che nel ragionare con la Lega di Salvini, io non sono mai stato un impedimento alla firma del contratto” ha aggiunto ricordando la sua apertura a rinunciare alla premiership

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Governo, il segretario del Pd Martina: “Se Di Maio ha offerto passo indietro anche a noi? No, mai arrivati a discutere di persone”

prev
Articolo Successivo

Consultazioni, Salvini: “Disponibile a fare un governo con il centrodestra unito e metterci al lavoro”

next