Due fantocci con una maglia verde e la scritta “Noi con Salvini” e una svastica sono stati trovati domenica mattina appesi in piazzale Europa e in piazza Santa Maria a Quarto, nel napoletano, a pochi metri dal monumento che ricorda i caduti nelle due guerre mondiali. Tra poco più di un mese il Comune voterà per l’elezione del sindaco e per il rinnovo del Consiglio comunale dopo che la maggioranza di Rosa Capuozzo, eletta con il Movimento 5 Stelle ma poi espulsa dai pentastellati è andata in crisi, portando il Comune allo scioglimento e al voto anticipato.

A segnalare la scoperta è stato il candidato sindaco del centrodestra, Massimo Carandente Giarrusso: “Un gesto vile e stupido. Non solo feriscono la memoria dei nostri Caduti, ma confermano quanto la nostra coalizione sia politicamente temuta da chi non ha altri mezzi a disposizione se non l’intimidazione. Non saranno queste stupide dimostrazioni di ignoranza e povertà d’animo a fermarci: andremo avanti certi della validità del nostro progetto”, ha detto Giarrusso.

Sull’episodio è intervenuto anche il coordinatore provinciale della Lega Biagio Sequino: “Provo vergogna e tristezza per questi soggetti che, vigliaccamente, cercano di portare avanti le loro idee, e provano con la violenza a reprimere le idee altrui”. Parole dure anche dal coordinatore locale del partito Castrese Cerlino: “Un vile gesto intimidatorio, contro la libertà d’espressione e la rappresentanza politica. Coloro che hanno messo in scena questa vigliaccata, hanno dimostrato tutto il loro sciocco e violento infantilismo”, ha detto Cerlino. Sull’episodio sono in corso indagini della polizia.

“Ancora atti intimidatori contro di me e contro la Lega. Vigliacchi, ci fate solo PENA. Io non ho paura, e vado avanti, insieme alla nostra splendida Comunità!” fa sapere il leader della Lega Matteo Salvini.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Milano, il sequestro di due quintali di marijuana. Arrestati un italiano e un albanese con 62mila euro in contanti

prev
Articolo Successivo

Velisti dispersi, la Marina manda la nave Alpino alle Azzorre. La Farnesina al Portogallo: “Riprendete le ricerche”

next