L’elisir di lunga vita non esiste. Ma si possono adottare alcune abitudini che secondo uno studio durato 34 anni garantiscono 10 anni di vita in più. Una dieta sana, svolgere esercizio fisico regolare (almeno 30 minuti al giorno), mantenere il peso corporeo nella norma, non bere troppo e non fumare: queste le 5 buone abitudini che allungano la nostra vita. Lo rivela un maxi studio condotto da esperti della Harvard T.H. Chan School of Public Health di Boston e pubblicato sulla rivista Circulation. La ricerca ha anche svelato che chi resta fedele alle 5 sane abitudini presenta un rischio dell’82% in meno di morire per cause cardiovascolari e del 65% in meno di morire per tumore rispetto a chi non segue i corretti stili di vita. Gli epidemiologi della Harvard Chan hanno analizzato dati relativi a un campione di 78.865 donne monitorate per un periodo di 34 anni e a 44.354 maschi monitorati per 27 anni. È emerso che coloro che non adottavano i 5 sani comportamenti avevano un’aspettativa di vita a 50 anni di 29 anni per le donne e di 25,5 anni per i maschi. Invece, per coloro che adottavano tutti e 5 i corretti stili di vita a 50 anni presentavano un’aspettativa di vita di 43,1 anni per le donne e 37,6 anni per gli uomini; in altre parole qualcosa come 14 anni in più di vita per le donne e 12 in più per gli uomini rispetto a coloro che non adottavano sane abitudini

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Embrione totalmente artificiale, aperta la strada verso i primi esseri viventi da laboratorio

next
Articolo Successivo

Sanità, investire in terapie geniche può non essere conveniente. Lo dice Goldman Sachs

next