Due esplosioni si sono verificate in un laboratorio di fuochi d’artificio a San Severo, a pochi chilometri da Foggia. L’incidente, avvenuto attorno alle 9, ha distrutto completamente i capannoni dell’azienda e ferito due persone. Uno dei due, fratello del titolare della ditta, è in gravi condizioni ed i medici stanno valutando il trasporto nel reparto grandi ustionati dell’ospedale Perrino di Brindisi. L’altro è invece in cura presso l’ospedale Masselli Mascia della città dauna.

La fabbrica, nota anche fuori dalla Puglia per i suoi spettacoli pirotecnici, si trova nella zona di Rignano ed è di proprietà dei fratelli Del Vicario di San Severo. I dipendenti, secondo quanto si apprende, stavano preparando i fuochi per la festa patronale di San Severo. “L’esplosione è stata fortissima e avvertita da tutti in città”, ha spiegato in una nota il sindaco Francesco Miglio.

Sul posto sono subito accorsi i vigili del fuoco, carabinieri e alcune ambulanze del 118. I pompieri sono a lungo stati gli unici a poter entrare nel perimetro dell’azienda per cercare di metterla in sicurezza, poiché le due esplosioni hanno provocato un principio di incendio. Un episodio simile si era verificato, sempre a San Severo ma in un altro laboratorio di materiale pirotecnico, lo scorso ottobre: un dipendente di 54 anni era rimasto ucciso dall’esplosione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cascina ricorda la Liberazione anche con una finta parata di SS. La sindaca leghista: “Così sguardo più comprensivo”

next
Articolo Successivo

Rimini, startup fornisce ai suoi dipendenti tisane e biscotti alla marijuana legale. “Adesso l’ambiente è più rilassante”

next