“La prima linea data da Renzi il 5 marzo del no a prescindere è una linea superata dai fatti, la pratica iniziale dell’Aventino non solo non ha funzionato ma è stata derubricata ad errore politico, oggi siamo tutti d’accordo nel dire che con il presidente incaricato bisognerà dialogare e fare proposte, ma devo anche dire che l’asse Cinque stelle Lega è vivo e vegeto”. A dirlo è Francesco Boccia, deputato Pd, facendo riferimento ai “lavori della Commissione speciale incentrati su temi solo dei Cinque stelle, Fi e Lega, e questo dà il senso di un tentativo disperato di trasformare accordi di poltrone in accordi di governo”. Ma sulla politica estera “Con Salvini non ci si può neanche sedere, le sue idee fanno venire i brividi, ieri Di Maio ha detto parole molto chiare e questo credo che sia un punto di partenza molto serio”