Non solo Di Maio al Sum#02 – Capire il futuro. Sono tanti gli eletti del Movimento 5 stelle, parlamentari e senatori, che hanno voluto partecipare all’evento di Ivrea organizzato dall’associazione Gianroberto Casaleggio (presieduta dal figlio Davide). “Gianroberto Casaleggio? Lui aveva ipotizzato un futuro senza destra e sinistra e noi, oggi, rispettiamo nei fatti quello che diciamo” dice Stefano Buffagni, deputato del Movimento 5 stelle.”Il 4 marzo è stato uno spartiacque. Speriamo che gli altri capiscano quali sono le esigenze vere di questo Paese. Non basta che ci copino per andare a piedi al Quirinale”. Il tema è ovviamente la strategia adottata dal Movimento 5 stelle per trovare le convergenze di governo con gli altri partiti. Le ultime aperture al Pd, il dialogo con la Lega.”Qualcuno dovrà sbloccare il proprio no, farlo passare per un ni, e poi un sì. Tutto finito? No, palleggio come in una partita di tennis” dice il neoeletto Gianluigi Paragone, prendendo in prestito una metafora sportiva. “Un passo indietro di Di Maio? Sarebbe una condizione-non condizione. Perché rinunciare all’unico leader politico che è arrivato al traguardo con la pettorina del candidato premier?”

 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Mentana: “Se M5s rinuncia a Palazzo Chigi, fa un governo in 5 minuti. Elezioni anticipate? Non scarterei l’ipotesi”

prev
Articolo Successivo

Ivrea, Nino Di Matteo: “Patto Berlusconi-mafia per 18 anni”. Standing ovation di Di Maio e Bonafede. Poi il piano giustizia

next