Una donna di 53 anni è stata trovata morta con ferite sul corpo riconducibili a un’arma da taglio, con ogni probabilità inferte con un coltello o con un paio di forbici. È successo martedì 3 aprile nell’appartamento dove la vittima viveva insieme al compagno, un 29enne di origini romene, in via Dei Molini a Sarzana, in provincia della Spezia. Il ritrovamento è avvenuto nel tardo pomeriggio: a dare l’allarme sono stati alcuni conoscenti della vittima.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Spezia che stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto e al momento non si esclude alcuna ipotesi compresa quella dell’uxoricidio. Il 29enne compagno della donna, che si era allontanato dall’appartamento, è stato rintracciato dai militari a Sarzana ed è stato condotto in caserma dove si trova in stato di fermo. Quando i carabinieri sono entrati all’interno dell’appartamento dove è avvenuto il delitto hanno trovato il corpo della donna riverso a terra, nel sangue, tra corridoio e camera da letto. Il corpo presentava più ferite inferte forse con un coltello o con una forbice. Al momento non si conoscono le motivazioni che potrebbero aver spinto il sospettato a compiere tale gesto.