Nel ring televisivo di The Match, sotto l’occhio del moderatore Andrea Scanzi, carnivori e vegani incrociano i guantoni nella puntata di venerdì 30 marzo alle ore 23.30 sul Nove nella quale diranno la propria lo chef Gianfranco Vissani e la “pasionaria” dei vegani Daniela Martani. Esordisce lo chef amante della carne, spiegando la sua alimentazione con grande soddisfazione: “Ho mangiato il cane, il gatto, scorpioni, persino le larve”. Daniela Martani lo ammonisce con disgusto: “Chi mangia carne si assume il rischio di beccarsi un tumore, un infarto o un ictus”. “Quindi un po’ se la cerca”, tira le somme l’arbitro Andrea Scanzi. “Certo”, conferma Martani. Scanzi le chiede se i macellai siano da considerare degli assassini: “Certo, come li vuoi chiamare?”. Il carnivoro Vissani sbotta e la butta sullo scherzo: “Siete intolleranti! I vegani sono una razza anzi una setta, e devono morire tutti, tranne te Daniela”. Scanzi chiede: “I negozi che vendono carne e pesce devono chiudere?”. “Deve essere eliminata la cultura della carne”, taglia corto Martani che lancia una “proposta”: “Carcere per i genitori che portano i bambini a mangiare hamburger al fast food”.

La settimana scorsa “The Match” (cinque episodi da 30 minuti) ha visto scontrarsi sul tema della ludopatia l’accusatrice Selvaggia Lucarelli e la “vittima” Marco Baldini. La puntata di domani, che fa parte di una serie originale prodotta da Loft Produzioni per Discovery Italia, sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play). Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Belve, ospite Roberta Bruzzone: “Scateno invidia perché ho successo e sono bella. Molti vorrebbero stare al mio posto”

prev
Articolo Successivo

La Confessione, ospite Matteo Cambi: “Avevo un impero, dopo il carcere anche Briatore mi ha lasciato solo”

next