Il reddito di inclusione? “Funziona e non era scontato. Non stiamo parlando di buone intenzioni, che fioccano in questa fase sull’argomento, ma di fatti”. A rivendicarlo è il presidente del Consiglio uscente Paolo Gentiloni, nel corso della conferenza “Reddito di inclusione: un primo bilancio”, insieme al presidente dell’Inps Tito Boeri. Gentiloni ha poi avvertito il prossimo: “Questa misura riguarda 900mila persone, 2,5 milioni di persone in carne e ossa dal primo luglio quando si amplierà la platea. E visto che funziona, lo strumento va difeso”, ha spiegato. E ancora, pungendo – pur senza citare il M5s – le proposte degli altri partiti in tema di contrasto alla povertà, con un chiaro riferimento al reddito di cittadinanza: “Bisogna rafforzare reddito di inclusione rafforzandolo con nuove risorse, se possibile. Non buttando a mare il lavoro che è stato fatto, visto che funziona. Facciamolo, perché anche su questo il paese si troverà di fronte a un bivio nelle prossime settimane. E l’economia e la società italiana non possono permettersi una fiera delle velleità che ci porterebbe fuori strada”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Reddito di cittadinanza, Boeri (Inps): “Costerebbe tra i 35 e i 38 miliardi, una cifra consistente”

next
Articolo Successivo

Fatte le Camere, cosa ci aspetta? Con un governo M5s-Lega sarò all’opposizione

next