Beppe Grillo atteso al processo al Tribunale di Napoli Nord di Aversa per deporre come teste d’accusa nel processo per diffamazione contro l’ex attivista pentastellato Angelo Ferrillo, contro il quale sporse denuncia Gianroberto Casaleggio nel gennaio del 2015, dopo le primarie del M5S di allora per la Regione. Ferrillo era candidato alle “Regionarie” e in seguito ad un post pubblicato su Facebook fu espulso dal Movimento. Dopo la morte del fondatore del M5S, il figlio Davide Casaleggio si è costituito parte civile dando seguito al procedimento. Oggi, all’esterno del Tribunale, Ferrillo ha parlato ai giornalisti con una mela in mano: “La voglio dare a Grillo, perché la mela marcia che deve uscire dal Movimento è lui: dove sono i fondi raccolti per 10 anni con la pubblicità sul blog?”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Camera, Fico viaggia in treno e a Napoli si sposta in taxi: “Tutto deve rimanere semplice e umile”

next
Articolo Successivo

Nuovo governo, cosa fare per ricostruire la democrazia

next