Da un’intercettazione telefonica fra due albanesi che si accordano su furti da fare nelle stazioni di servizio, emerge come sia considerato il sistema giudiziario italiano. Il procuratore capo di Bergamo Walter Mapelli commenta l’intercettazione e spiega perché la normativa è deficitaria. Tanto da indurre anche malviventi stranieri a venire in Italia per compiere i loro reati. Come non bastasse, i dati “ci dicono che il nostro sistema carcerario produce un alto rischio di recidiva”, spiega il procuratore

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Antonio Ingroia, sequestrati 150mila euro all’ex pm: “Da società regionale rimborsi e compensi non dovuti”

prev
Articolo Successivo

Processo P3, condannato a 6 anni e 6 mesi Flavio Carboni. Un anno e tre mesi a Verdini per finanziamento illecito

next