Un elicottero turistico che stava sorvolando New York è precipitato nell’East River di Manhattan: sono morte cinque delle sei persone che erano a bordo. L’unico sopravvissuto è il pilota, Rick Vance, rimasto ferito in modo lieve e dimesso dall’ospedale. I vigili del fuoco hanno spiegato che i sommozzatori hanno liberato i passeggeri, due dei quali sono stati dichiarati morti sul posto, a causa delle forti correnti e delle temperature gelide. Gli altri tre sono stati portati in ospedale in condizioni critiche ma sono morti durante la notte. Le vittime sono 4 uomini e una donna ma non si conoscono ancora le loro indentità.

Secondo la Cnn, in una registrazione audio della telefonata arrivata all’aeroporto LaGuardia, il pilota aveva avvertito che l’elicottero stava riscontrando un guasto al motore. Alcuni testimoni oculari hanno riferito di aver visto l’elicottero, di proprietà del gruppo turistico Liberty, abbassarsi velocemente verso il canale, schiantarsi e inabissarsi, dopo un incendio visibile nella parte posteriore del velivolo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ex spia russa avvelenata, “tracce di gas nervino nel locale dove aveva mangiato”. Chi è Sergei Skripal, il doppiogiochista

next
Articolo Successivo

Iran, escalation della persecuzione contro le attiviste per i diritti umani

next