Vogliono un giornalista ma purché lavori gratis. È la ricerca varata dalla Regione Siciliana, a caccia di un addetto stampa per le iniziative di “Palcoscenico Sicilia“, la manifestazione prevista dal 15 al 18 aprile per l’edizione 2018 del Vinitaly di Verona. L’incarico sarà “a titolo totalmente gratuito” e nessun onere sarà a carico dell’amministrazione siciliana.

Il dettaglio è contenuto nell’avviso pubblicato sul sito della Regione, a firma del dirigente generale del dipartimento regionale per l’Agricoltura, Carmelo Frittitta. Per inviare le candidature c’è tempo fino al 26 marzo. Il prescelto avrà dunque diritto a “una collaborazione, a titolo gratuito, con adeguata professionalità e competenza, risultante da curriculum, nell’ambito della comunicazione con specifiche competenze nel settore dell’agroalimentare”. Il capitolo della retribuzione è specificato sempre nell’avviso come chiarisce come l’offerta sia “interamente a titolo gratuito comprese le spese di viaggio, vitto e alloggio a Verona nel periodo della manifestazione”. Insomma avrebbe dovuto lavorare ma pagandosi pure le spese. Dopo la diffusione della notizia, infatti, la Regione ha ritirato il bando. “Prendiamo atto con soddisfazione della disponibilità con la quale la Regione ha accolto a stretto giro la segnalazione dell’Associazione siciliana della stampa, sindacato dei giornalisti, sulla illegittimità del bando per la ricerca di un comunicatore a titolo gratuito per lo stand della Sicilia a Vinitaly, decidendo di ritirare immediatamente il provvedimento”, scrive in una nota dell’Assostampa Sicilia.