Un ponte ideale per favorire un passaggio il meno traumatico possibile. Offrendo gratuitamente cure e sollievo a bambini e adolescenti con malattie inguaribili, oltre a sostenere le loro famiglie in un momento difficilissimo. Questo è l’obiettivo della nuova Casa Sollievo Bimbi che sta nascendo accanto all’hospice Casa Vidas in via Ojetti 66 a Milano, di fronte all’uscita della fermata della MM1 Bonola. Si tratta “del primo progetto del genere realizzato in Italia – spiegano dall’associazione Vidas – in grado di accogliere i pazienti sotto i 18 anni e provenienti da tutto il territorio italiano con percorsi personalizzati nell’ultimo tratto di vita”. La struttura è di proprietà del Comune di Milano che l’ha concessa in usufrutto gratuito per 90 anni.

“In Italia sono circa 12mila all’anno i minori che necessitano di cure palliative, almeno 1.200 nella sola Lombardia – aggiunge Vidas – e la nostra Casa dedicata a bambine e bambini con patologie gravissime in fase terminale nasce per accogliere in degenza i casi più complessi in cui, ad esempio, non vi sia una casa adeguata alle cure domiciliari o una famiglia impreparata da sola a tale delicatissimo impegno”. Per questi minori a novembre 2018, quando è previsto il termine dei lavori, saranno disponibili sei grandi camere per l’ospitalità del bimbo malato insieme ad un familiare. E i minori che avranno necessità di cure ambulatoriali e che possono essere accompagnati nella Casa Sollievo Bimbi potranno beneficiare anche del day hospital pediatrico, “tutto sempre in forma gratuita”.

“I bisogni dei minori sofferenti troveranno così risposta completa in un sistema integrato di cure palliative in età pediatrica, articolato su tre percorsi: a domicilio, spazio ideale di cura per il bambino e la sua famiglia dove è già attiva la prima équipe pediatrica, e nella Casa Sollievo Bimbi, sia in day hospital pediatrico sia nel reparto degenza”, afferma l’associazione che dal 1982 assiste a Milano gratuitamente i malati inguaribili. Per i genitori, provati dall’assistenza a casa, sono previste inoltre aree specifiche per la comunicazione e la formazione, anche tecnica, su compiti quotidiani particolarmente complessi. Oltre al sostegno psicologico.

Il nuovo edificio dell’associazione Vidas, che ad oggi ha raccolto fondi per 7,5 milioni di euro, si sviluppa su sei piani, per un totale di 6.400 mq. Oltre alle aree dedicate ai malati gravissimi e ai loro genitori, la struttura ospiterà pure un nuovo Centro Ricerca Scientifica su patologie e terapie relative all’età pediatrica, che affiancherà il Centro studi e Formazione Vidas, attivo dal 1999, e la nuova Unità di discipline umanistiche. “L’inaugurazione – sostiene l’associazione – è prevista per la primavera del prossimo anno, quando la Casa Sollievo Bimbi aprirà le porte ai primi piccoli pazienti. L’impegno è di ultimare la costruzione dell’edificio e tutti i collaudi entro la fine 2018 e, nel giro, di un altro trimestre, realizzare tutti i restanti allestimenti interni”. E’ possibile contribuire alla realizzazione del progetto Casa Sollievo Bimbi con una donazione a scelta.