Dopo la sconfitta con l’Arsenal l’allenatore del Milan Rino Gattuso mette in chiaro che il ritorno non sarà una passeggiata: “Ora la testa va al Genoa, poi inizieremo a preparare il ritorno. Mai dire mai: andremo a Londra per provarci, di certo non in gita – ha assicurato -. Siamo il Milan e abbiamo una maglia da rispettare. Avremmo potuto segnare, non è finita ma è difficile. Proveremo a giocarcela al meglio. Ora guardiamo avanti senza perdere fiducia, è stata una giornata no e l’Arsenal ha meritato: ci servirà per il nostro percorso”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Europa League, Milan Arsenal 0 a 2. Gattuso: “Non siamo mai stati squadra”

prev
Articolo Successivo

Eurolega, Khimki Mosca-Olimpia Milano 77-86. Gli highlights del successo dei ragazzi di Pianigiani

next