Sì, paradosso, perché qualcosa non torna, ma sembra una volontà il volerlo ignorare. Il ministro Marco Minniti dice “In Italia il fascismo è morto e sepolto” e il candidato premier di Casapound precisa “Non rinneghiamo il fascismo“. Ma se loro non rinnegano e un ministro smentisce e acconsente, a che serve la Costituzione?

E se puoi partecipare alla libertà d’espressione che è propria della democrazia, che è l’opposto del fascismo perché l’Istituzione te lo lascia fare, senza che lo Stato abbia nemmeno il pudore di far presente che quella cosa lì è “morta e sepolta” ma impegnandosi a metterla fuori legge una volta per tutte anche di fronte all’evidenza… allora lo Stato rinnega la Costituzione?

 

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni politiche 2018, quelli che hanno trovato chiuso. Video di un elettore romano: “La gente è tutta fuori, non si può votare”

next
Articolo Successivo

Elezioni politiche 2018, Draghi al seggio bacchetta la moglie: “Dai, stai zitta”. Punita per aver risposto ai giornalisti

next