Pasquale Tridico, economista, per il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale; Alessandra Pesce, dirigente Mipaf, all’Agricoltura; Giuseppe Conte, professore di Diritto Privato, per il Ministero della Pa, de-burocratizzazione e meritocrazia; Lorenzo Fioramonti, economista (e unico dei 4 candidati nelle liste M5S), al Mise. Sono alcuni dei componenti della possibile squadra di governo M5S presentati a Dimartedì (La7) da Luigi Di Maio, che li ha definiti “quattro persone che sono le persone giuste al posto giusto”. E al giornalista Massimo Franco, che gli chiede chi sarà il ministro dell’Economia, il candidato M5S alla presidenza del Consiglio risponde: “C’è già e il suo nome lo farò giovedì pomeriggio con tutta la squadra, che sarà di 18 componenti, incluso me. Presento la squadra prima per non spartire poltrone dopo, mentre gli altri si stanno prenotando i dicasteri. I nostri sono candidati validi e gli altri mi dovranno spiegare perché no”. Stoccata anche al presidente del Consiglio uscente, Paolo Gentiloni, prima intervenuto nella stessa trasmissione: “Lui ripete che non formeremo un governo perché spera che sia così. A sperare non si paga niente. I nostri ministri non sono patrimonio del M5S, alcuni di loro non sono nemmeno iscritti nel movimento. Sono un patrimonio per il Paese”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni 2018, consiglio agli italiani di leggere ‘Istruzione alla servitù’ di Jonathan Swift

next
Articolo Successivo

Elezioni, Bersani: “Di Maio? Somiglia più ad Andreotti che a me. Renzi? Imbroglia sulla legge elettorale”

next