Tra battute e le solite barzellette, a due settimane ormai dalle elezioni, Silvio Berlusconi si è lanciato in uno dei suoi classici show tra i giovani di Forza Italia, che lo aspettavano fuori dalla sede di San Lorenzo in Lucina, prima dell’incontro con Manfred Weber, capogruppo del Ppe al parlamento europeo. Il leader di FI si
è messo a saltare tra i supporter del partito, che intonavano cori da stadio (“Chi non salta Cinquestelle è”). Poi, ha rivolto una battuta ai militanti: “Vi dico la cura per essere giovani, vi do la marca delle mie supposte“. E ancora: “Ho una barzelletta su Di Maio ma non ve la posso dire perché è troppo cattiva e se finisse sui giornali….”.
In vista del voto, invece, Berlusconi si è detto sicuro di vincere: “Sono abbastanza ottimista sul risultato delle elezioni e andare a formare il governo con i nostri alleati di centrodestra”. Poi, ironizzando, ha spiegato: “Bisogna barrare il simbolo di Forza Italia, ma c’è di più: se Forza Italia a uno gli sta proprio sulle palle, fa una croce sopra e cancella…”.