“Non siamo immuni agli errori, ma abbiamo gli antidoti per correggerli. Chi sbaglia viene allontanato dal Movimento. Chi ha sbagliato ha restituito i soldi che doveva restituire, non hanno più la nostra fiducia e hanno firmato la rinuncia all’eventuale elezione. Danneggiati in ottica elettorale? Sarei preoccupato se fossi un candidato di Forza Italia, di un partito fondato grazie alla collaborazione di Cosa Nostra. Noi non abbiamo nessun illecito commesso perché non avevamo nessun obbligo di versare in quel fondo. Abbiamo alzato l’asticella dell’onestà”. Così Manlio Di Stefano a margine della presentazione dei candidati ai collegi uninominali a Milano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, Di Maio: “Controllo sui rimborsi? Lo facciamo ora, mele marce non resteranno nel nostro gruppo parlamentare”

next
Articolo Successivo

M5s, il fedelissimo Borrelli passa al gruppo non iscritti del parlamento Ue. La capa delegazione: “Lascia il Movimento”

next