La contromanifestazione antifascista, in risposta a quella organizzata da un gruppo di Forza Nuova in memoria delle foibe, in centro a Pavia, si è conclusa con violenti scontri tra Polizia e manifestanti. Ogni accesso di Piazza Italia, luogo dove ha avuto scena la manifestazione di Forza Nuova, autorizzata dalla questura, è stata blindato dalle forze dell’ordine per evitare che i due gruppi venissero a contatto. Contatto che si è verificato però in un’altra parte della città, in Piazza Ghislieri, dove la Polizia ha provveduto immediatamente a dividere le parti caricando sui manifestanti antifascisti

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Macerata, dopo la sparatoria di Traini boom registro antifascista di Stazzema: “Tra le 600 e le 700 iscrizioni al giorno”

prev
Articolo Successivo

Pedofilia in Cile, ‘il vescovo Barros guardava’. La lettera di un abusato sfida il Papa

next