I militanti di Forza Nuova le hanno definite “passeggiate per la sicurezza” ma sono vere e proprie ronde sugli autobus di Palermo. “Militanti forzanovisti di Palermo hanno presidiato gli autobus nel tragitto Stazione centrale- Piazza Politeama – si legge in un post su Facebook – abbiamo conquistato la simpatia degli autisti che più volte in passato hanno richiesto la presenza dei nostri militanti sulle vetture”. Le ronde sono iniziate mercoledì sera sull’autobus 101, ma Forza Nuova intende estenderle anche ad altre linee.

Antonio Gristina, presidente dell’Amat di Palermo, la società partecipata dei trasporti, lo definisce “certamente un fatto grave ma, a mio avviso, queste persone non meritano alcuna visibilità”. “Prendo le distanze da questo gesto – dice ancora Gristina – Non c’è stata alcuna intesa con Forza Nuova. L’unico aiuto che ci aspettiamo è quello dell’intera collettività senza senso di appartenenza alcuno”.  Alla domanda se è preoccupato per il clima che si respira, Gristina dice: “Certamente è un fatto negativo, ribadisco: noi crediamo nella collaborazione della intera collettività”. E aggiunge: “Noi collaboriamo con le forze dell’ordine soltanto per assicurare la sicurezza dei cittadini e non certo con Forza Nuova”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Paolo VI santo, Papa Francesco autorizza l’ultimo passaggio dell’iter di canonizzazione. Manca solo la data

prev
Articolo Successivo

Elezioni Lombardia, la Lega cerca (e trova) il sostegno dell’ultradestra. Borghezio: “Lealtà Azione? Di loro mi piace tutto”

next