“Il video dei bambini truccati da Genny e Scianel è orrendo. Il problema, però, sono i genitori.  Sento che c’è un problema di fragilità, in alcuni quartieri la violenza si sviluppa in maniera più facile e veloce ma, probabilmente, c’è una causa a monte. Invece di far arrivare l’esercito farei arrivare maestri di strada e preti illuminati. La violenza genera violenza ma il problema non è Gomorra. Magari fosse così! Sarei contenta, se fosse così basterebbe eliminare Gomorra. Non mi sembra che 15 stagioni di Don Matteo abbiano creato generazioni di giovani preti . Le baby gang sono sempre esistite, poi è chiaro che ogni epoca ha la sua devastazione. È un tema difficile ed è difficile parlarne. Sono qua con i ragazzi a pormi le loro stesse domande” Così, Cristina Donadio, Scianel nella fiction Gomorra, a margine del convegno “La camorra sul grande schermo e il caso Gomorra” che si è tenuto a Napoli all’Università Suor Orsola Benincasa.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Paolo VI santo, Papa Francesco autorizza l’ultimo passaggio dell’iter di canonizzazione. Manca solo la data

next
Articolo Successivo

Torino, sassi dal cavalcavia: colpita una macchina. Un 11enne e un 12enne segnalati

next