“Se la nuova linea del tram non sarà pronta entro il 15 febbraio invito tutti a mangiare”. Disse così, incautamente, il sindaco di Firenze Dario Nardella. E oggi migliaia di fiorentini su Facebook organizzano una cena con il primo cittadino. Da questa vicenda, che è lo specchio della politica di annunci inaugurata da Matteo Renzi, parte l’inchiesta di quattro pagine che il Fatto Quotidiano domani – giovedì – dedicherà a Firenze. Un’inchiesta che prende spunto dalle grandi opere per cui Firenze ha ricevuto 3 miliardi di euro. Dal Tav alla Caserma dei Marescialli. Alcune mai realizzate, altre finite ma oggetto di inchieste. E infine proprio il tram. Che non è pronto e ha collezionato anni di ritardi. Mentre i costi ormai hanno raggiunto livelli record: dieci volte quanto costano all’estero.

Ecco la faccia nascosta della politica di Renzi-Nardella svelata dall’inchiesta di Davide Vecchi: gli annunci e i flop. Come la sparata dell’ordinanza contro la prostituzione per strada: dopo quattro mesi si contano 24 multe e molti ricorsi.
Firenze è splendida, unica al mondo. Ma restano vecchi e nuovi problemi: come l’alcol senza controllo nelle zone della movida. Scopriamoli e affrontiamoli insieme, dopo aver letto le quattro pagine sul fatto quotidiano di domani.