L’ospite d’onore del Villaggio Rousseau organizzato dal M5s a Pescara, il sociologo ed esperto di media Derrick De Kerckhove, smonta una teoria cara ai pentastellati M5S. “La democrazia diretta non c’è, c’è la ‘spia diretta’ che promette una cosa pericolosa: la legge del numero. Gli algoritmi non sono per niente democratici. Oggi la democrazia è gestita da un po’ di volontà umana e da una quantità di rete“, ha detto parlando in conferenza stampa, prima del suo intervento sulla cittadinanza digitale

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pd chiede ai bolognesi di votare Casini. Ecco come risponde la città, tra rabbia, rassegnazione e realpolitik

next
Articolo Successivo

Elezioni 2018, il circo osceno della politica per un popolo imbecille

next