“Se dovesse essere giudicato irrilevante l’aiuto che ho dato a Fabiano, a una assoluzione preferisco una condanna”. Lo ha detto Marco Cappato, l’esponente dei radicali imputato per aiuto al suicidio a Milano per aver accompagnato Dj Fabo in Svizzera per mettere in atto la procedura della ‘dolce morte’, nelle sue dichiarazioni spontanee in aula. Dichiarazioni con cui ha rivendicato di essere “andato ad aiutare una persona che aveva il diritto a morire con dignità”. Cappato – che ha preso la parola dopo che i suoi difensori hanno chiesto alla Corte d’assiste di mandarlo assolto “perché il fatto non sussiste” – ha chiesto alla Corte di fare una “riflessione” su quante persone in questi anni si sono recate oltre confine per praticare il suicidio assistito in modo “clandestino”. “La differenza – ha aggiunto – e’ che qui Fabiano ha voluto agire pubblicamente”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bologna, avvocatessa musulmana indossa il velo in Tribunale: il giudice la fa uscire dall’Aula

next
Articolo Successivo

Michele Gesualdi, addio all’uomo simbolo della lotta per il biotestamento. “Fate presto”, il suo grido disperato alla politica

next