“Nessuno nel centrodestra è razzista ma d’ora in poi Fontana conti fino a dieci”. Maurizio Gasparri suggerisce cautela al candidato governatore del centrodestra, il leghista Attilio Fontana, nell’occhio del ciclone per le sue dichiarazioni “Parlare di razza è sbagliato, è stato un errore del quale si è scusato, credo sia stato dovuto non al razzismo ma ad ‘imperizia dialettica’ – prova a a spiegare Gasparri – sono i primi giorni in cui uno si trova sbalzato ad un ruolo così importante, questo dimostra che le candidature importanti devono essere maturate e sedimentate”. Ed arriva il soccorso comunicativo azzurro per Fontana: “Io esprimo preoccupazione per il calo demografico, per le ‘culle vuote’ in Italia ed Europa: Fontana faccia tesoro nelle mie parole, se le scriva e se le condivide le può ripetere. Errare è umano perché perseverare è diabolico” conclude Gasparri.