Il primo scoglio è superato. In Aula a Palazzo Madama il biotestamento supera i primi voti segreti chiesti dal centrodestra, compreso quello sullo snodo centrale dello stop a idratazione e nutrizione artificiale. In Aula, in attesa del voto finale, è stata bagarre, con Lega, Forza Italia e parte dei centristi che insistono nel considerare il testo di legge come il via libera a “un’eutanasia camuffata“. E non sono mancate le provocazioni, tra Sacconi che ha spiegato di rimpiangere i tempi in cui c’era il Pci rispetto al Pd e Giovanardi che ha ricordato il caso Englaro, con riferimenti a dir poco provocatori e evocando rischi “da anni Trenta in Germania”. ” Quel passato può tornare”, ha attaccato. Gli emendamenti delle destre sono però stati bocciati. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sicilia, primo atto dell’assessore di Musumeci: fa traslocare il dirigente per prendere la sua stanza con la terrazza

next
Articolo Successivo

Forza Italia contro il taglio degli sconti di pena per i reati gravi. Salvini infuriato con Berlusconi: “Stop a tavoli e incontri”

next