Il primo scoglio è superato. In Aula a Palazzo Madama il biotestamento supera i primi voti segreti chiesti dal centrodestra, compreso quello sullo snodo centrale dello stop a idratazione e nutrizione artificiale. In Aula, in attesa del voto finale, è stata bagarre, con Lega, Forza Italia e parte dei centristi che insistono nel considerare il testo di legge come il via libera a “un’eutanasia camuffata“. E non sono mancate le provocazioni, tra Sacconi che ha spiegato di rimpiangere i tempi in cui c’era il Pci rispetto al Pd e Giovanardi che ha ricordato il caso Englaro, con riferimenti a dir poco provocatori e evocando rischi “da anni Trenta in Germania”. ” Quel passato può tornare”, ha attaccato. Gli emendamenti delle destre sono però stati bocciati. 

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sicilia, primo atto dell’assessore di Musumeci: fa traslocare il dirigente per prendere la sua stanza con la terrazza

next
Articolo Successivo

Forza Italia contro il taglio degli sconti di pena per i reati gravi. Salvini infuriato con Berlusconi: “Stop a tavoli e incontri”

next