Strana questa interferenza russa per sabotare la leadership italiana democratica ed europeista e mandare al governo populismi di tutte le razze e religioni, dai Cinquestelle ai leghisti. Strano che la diplomazia statunitense, sempre super documentata sul commercio di troll paracadutati sui nostri social per boicottare il giovane Matteo Renzi, non si sia accorta che il mandante, il signor Putin, il glorioso comandante che mitraglia l’opposizione, e non sempre in senso metaforico, fino a prova del contrario ha un solo grande amico nell’Occidente: Silvio Berlusconi. Che fino a prova del contrario è stato l’unico e fedele alleato – fino a quando ha potuto – proprio di Renzi siglando con lui il patto del Nazareno che ha permesso al Pd di governare.

E fino a prova del contrario il lettone, ricordate?, è stato il prezioso e più intimo dono che il Cavaliere abbia ricevuto da un capo di Stato estero per rendere memorabili le sue magiche notti, sigillo di un’amicizia indistruttibile e che infatti non è stata mai più messa in discussione. E fino a prova del contrario Silvio Berlusconi da premier ha favorito e/o promosso i migliori affari per la Russia putiniana, dal gas in avanti. E fino a prova del contrario Putin è amico di Berlusconi ma Berlusconi è nemico dei Cinquestelle e tiene un po’ sui coglioni i leghisti populisti del falso amico Salvini. Fino a prova del contrario poi, l’unico esito che questa legge elettorale, concepita da Renzi in accordo con Berlusconi, favorirebbe concretamente – per vasta e pacifica opinione – sarebbe una grande alleanza del Pd con Forza Italia. Fino a prova del contrario, uno più uno fa due.

 

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sei un potente o vuoi diventarlo? Guarda come fare – L’istantanea di Caporale

next
Articolo Successivo

Basta diritti, per i fortunati ci sono i bonus – L’istantanea di Caporale

next