“Il nostro progetto è più grande di come lo hanno raccontato e se accorgeranno presto. L’unico voto utile è quello che costruisce la rappresentanza democratica, le idee, i valori, i programmi e le speranze portando in parlamento i bisogno e le richieste di quella metà di Italia che non vota. Quello è il voto utile”. Così Pietro Grasso dal palco dell’assemblea nazionale di Mdp, Si e Possibile all’Atlantico Live a Roma,  sbarra la strada alle polemiche interne alla coalizione del centrosinistra, guidata dal Pd sul voto utile.  “Grasso è un uomo è capace di una straordinaria empatia, perché di sinistra e poi perché è una persona autentica, rispetto a tanti uomini politici finti, costruiti in laboratorio e questa è una grande forza per quei milioni di italiani che guardano con sospetto alla politica”. Ha commentato di Massimo D’Alema al termine dell’assemblea, riferendosi al Presidente del Senato

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

M5s, Pizzarotti: “Diamogli la possibilità di governare: non ci sarà lo sfascio, ma il pantano totale”

next
Articolo Successivo

L’Italia in Comune, nasce il movimento dei sindaci: “Non saremo partito di esuli o espulsi. Elezioni? Pensiamo al 2023”

next