“L’uscita dal quantitative easing  e quindi dal mondo dei tassi bassi è già avviata negli Stati Uniti, non lo è ancora ma in prospettiva viene valutata in Europa ed è giusto che sia così, altrimenti le economie avanzate rischiano di addormentarsi, rischiano di essere drogate da un regime non solo di tassi bassi ma anche che si pensa non finirà mai e questo è uno sbaglio”. Ad affermarlo il ministro dell’Economia e delle Finanze, Pier Carlo Padoan, intervenendo al convegno dell’Ania sulla mobilità. “Noi dobbiamo, con la velocità necessaria, uscire da questa situazione per tornare ad una situazione di normalità che non deve spaventare, deve essere una situazione in cui ci sono aspetti positivi”, ha detto il ministro. “Se ci sono tassi più alti – ha concluso – i margini di profitto degli investimenti finanziari sono maggiori”