Il centrodestra rafforza il suo primato, con il M5s stabilmente primo partito e il Pd ancora in calo in seconda posizione. È quanto emerge da un sondaggio dell’Istituto Ixè per Radio Rai 1. Nelle intenzioni di voto il M5s è al 28% (era la scorsa settimana al 27,9) mentre il Pd è ora al 23,4% (era 23,8).  Appena 40 giorni fa, sempre secondo Ixè, aveva 4 punti percentuali in più. Il blocco di centrodestra è in vantaggio sia sul centrosinistra che sui Cinque Stelle: considerando le tre forze principali (Fi-Lega-Fdi) sfiora il 34%.

All’interno del centrodestra la prima posizione è occupata da una Forza Italia in crescita al 15,8% (15,5), la seconda da una Lega in calo al 13,1% (13,5), seguita da Fratelli d’Italia in crescita al 5% (4,8). A sinistra Sinistra Italiana è al 3 per cento (2,7) e Mdp al 3,2% (3,3). Legge flessione invece per i centristi di Alternativa Popolare sono ora al 2% (2,1). Altri di centrodestra al 3,9% (4,1) e altri di centrosinistra al 2,6 per cento (2,3).

Nella classifica sulla fiducia nei leader, il primo posto è occupato, con distacco, da Paolo Gentiloni con il 35%. A seguire: Luigi Di Maio con il 29%, Pietro Grasso con il 28 per cento, Salvini con il 26%, Giorgia Meloni e Matteo Renzi alla pari con il 25, Giuliano Pisapia e Beppe Grillo con il 23%, Silvio Berlusconi si ferma invece al 22% e Pier Luigi Bersani al 20%.