Nel 1973 uscì al cinema Jesus Christ Superstar. Avevo nove anni e ne rimasi talmente affascinata che con la paghetta mi regalai a Natale le due cassette della colonna sonora che ho praticamente imparato a memoria. Mi ero presa una cotta per l’interprete principale e mi struggevo cantando come Yvonne Elliman “I don’t know how to love him” – solo io ricordo la versione di Claudia Mori? – e “Could we start again please”.

Sempre in ambito cinematografico, capivo la bellezza di Tyron Power, di Errol Flinn ma soprattutto quella di Burt Lancaster e di – mamma mia – Charlton Heston.

Successivamente il mio idolo fu John Travolta. Roba che avevo persino disegnato un suo ritratto e l’avevo mandato a New York a un indirizzo dedicato ai fans; avevo tappezzato diario di scuola, album da disegno e armadio di sue foto. Uomo solare, non perfetto (nasone e occhi piccoli) che mi aveva fatto innamorare.

Negli anni 80, buco quasi nero. Nel senso che, Travolta a parte, non trovavo particolarmente sexy i vari Costner, Willis, Selleck, Gibson, Grant. Nota di merito a Jack Nicholson e a Richard Gere. Impazzimento totale per Harrison Ford.

Detto questo, parliamo del potere seducente della timidezza.

Sarà che amo il silenzio, le persone non sguaiate, prudenti, gentili. La timidezza non è un difetto, anzi è bellezza.

Susan Cain, autrice del libro Quiet. Il potere degli introversi in un mondo che non sa smettere di parlare (ed. Bompiani), afferma “Il mondo è pieno di introversi: li vediamo, anche se non li sentiamo. A volte ci disturbano, con la loro reticenza. Altre volte ci affaticano, perché cedono sempre il passo a noi. Altre volte ancora li apprezziamo, perché sembrano innocui. Sono almeno un terzo delle persone che conosciamo: sono quelli che preferiscono ascoltare, invece che parlare; che preferiscono leggere invece ha fare vita sociale; quelli che creano e inventano, ma che non ostentano la loro opinione.  E io dico, perché non guardare l’abbondanza e fissarsi sulla mancanza?”.

Alec Soth è un fotografo americano la cui timidezza lo ha portato a Magnum PhotoLo racconta alla BBC.  Ho curiosato i suoi scatti e ovviamente anche lui: devo dire che è molto più affascinante di Brad Pitt. Sarà perché è artista, sensibile, timido ed ha la barba.

Tornando a Jesus Christ Superstar, Ted Neeley allora era hippy, aveva trent’anni ed era bellissimo. Oggi me lo ricorda l’italiano Fabio Zaffagnini, quel genio romagnolo che ha portato i Foo Fighters a Cesena. Capelli lunghi e fisico da surfista, sorriso perfetto e occhi grandi da introverso ma pieni di entusiasmo per il suo lavoro (vi dice qualcosa Rockin 1000?). Nelle sue interviste sempre garbato, gentile, mai sguaiato e sempre al suo posto.

In generale, trovo seducente la timidezza perché fa scoprire l’altro. Lentamente, con calma, magari con una parola in meno e un po’ di rossore sul viso in più.

Ah dimenticavo! Oggi, signora di mezza età, non mi sciolgo per Biagio Antonacci. Preferisco Viggo Mortensen in versione Captain Fantastic, che è molto hippy, amorevole con i figli, rispettoso della natura, zen, che ha la barba, che è meraviglioso. E qui si chiude il cerchio.

Potete seguirmi sul mio sito http://www.sensualcoach.it/

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rocco Siffredi: “In Italia tre milioni di persone con problemi di erezione. Ecco la mia soluzione…”

next
Articolo Successivo

Sesso e affetto, come cambiano i rapporti dopo un trauma cranico

next