Davide Casaleggio e Alessandro Di Battista, del Movimento Cinque Stelle, sono comparsi oggi davanti al Tribunale di Napoli Nord, ad Aversa (Caserta), per il processo per diffamazione contro l’ex attivista Angelo Ferrillo. Casaleggio è parte civile mentre Di Battista è stato citato come testimone. Al termine dell’udienza, Alessandro Di Battista è stato inseguito e contestato da Angelo Ferrillo, mentre il parlamentare lasciava il tribunale di Napoli Nord. “Non è vero ciò che ha detto – ha urlato l’ex attivista – c’era un comitato di appello nel 2014, infatti la mia esclusione dal Movimento fu confermata proprio in seconda istanza”. Ferrillo poi, in una conferenza stampa improvvisata, ha mostrato il documento relativo alla sua esclusione inviato dai Cinque Stelle dopo che il suo primo ricorso era stato bocciato direttamente dallo staff di Grillo. “Questo – ha denunciato Ferrillo – è un processo pretestuoso”

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Referendum Veneto, il Leone di San Marco sventolato dai fascisti

prev
Articolo Successivo

Mattarella: “La toga non è un abito di scena. Il magistrato non sia guidato da opinioni personali”

next