Condannati per non aver denunciato le violenze avvenute nel carcere minorile di Bologna. L’ex comandante della polizia penitenziaria dell’istituto Aurelio Morgillo e due agenti, Alfonso Caracciolo e Antonino Soletta, sono stati condannati dal giudice Sandro Pecorella per omessa denuncia, con la sospensione condizionale, rispettivamente a cinque mesi, quattro mesi e a una multa di 350 euro.

Il processo riguardava fatti del 2011 e, secondo l’accusa, i poliziotti non denunciarono episodi di lesioni e percosse avvenuti tra i giovani detenuti del Pratello.
Morgillo, difeso dall’avvocato Paola Benfenati, è stato ritenuto responsabile dell’unico fatto che gli veniva contestato. “Attendiamo di leggere le motivazioni e poi valuteremo. L’esito del dibattimento non era scontato”, ha detto il suo difensore. Soletta è difeso dall’avvocato Gian Andrea Ronchi. A fine 2011 il ministero rimosse i vertici dell’istituto di pena dopo l’avvio di inchieste della Procura bolognese su presunte violenze e abusi, di cui questo processo era un filone.

A parole nostre - Sogni, pregiudizi, ambizioni, stereotipi, eccellenze: l'universo raccontato dal punto di vista delle donne. Non solo per le donne.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Firenze, i giornali e le bufale su violenze inventate e polizze antistupro. Questore: “Distinguere tra luoghi comuni e dati”

next
Articolo Successivo

Ius soli, tensione al sit-in per la cittadinanza. Movimenti di destra vs manifestanti: “Italia agli italiani”. La replica: “Che ignoranza”

next