Emma Bonino alla trasmissione Omnibus in onda sul La7 commenta l’accordo del governo italiano con quello libico sul rimpatrio dei migranti. “Quello che stiamo facendo in Libia è un grande pasticcio. Abbiamo fatto un accordo con il governo al Sarraj che come noto non controlla neanche il palazzo dove vive. Il che vuol dire che Sarraj o anche noi direttamente in realtà abbiamo fatto l’accordo con le milizie di Sabrata, cioè con le milizie che fino a ieri trafficavano con i barconi e gli esseri umani e che da quando li paghiamo per un po’ saranno gli anti-trafficanti. Noi stiamo rimandando la gente in preda a torture, stupri e sevizie. Lo sappiamo tutti e facciamo ipocritamente finta di non saperlo”. L’ex ministro degli Esteri ha poi commentato i recenti accordi del vertice di Parigi: “Mancavano i russi, gli americani, non so bene a cosa sia servito. E’ un periodo di summit abbastanza confusi“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti sgomberati a Roma, Di Maio (M5s): “Non si può attaccare Raggi. Lei deve occuparsi prima di tutto dei romani”

next
Articolo Successivo

Sicilia, Bersani: “Il Pd ha scelto Alfano al posto del centrosinistra. Guerini? Pensavo fosse una persona corretta…”

next