“Mentre l’Italia sta vivendo un’emergenza immigrazione epocale, i ministri di questo governo litigano. Il ministro dell’Interno ha fatto un codice per le ong per chiedere di rispettare le regole nel Mediterraneo altrimenti non avrebbero potuto utilizzare i nostri porti e nessuno glielo ha firmato. Il ministro dei Trasporti dice, invece, che i porti devo rimanere aperti”. Questo il commento di Luigi di Maio, postato sulla pagina Facebook, riguardo la frattura non ancora ricomposta tra Marco Minniti e Graziano Delrio sul codice di condotta delle Ong.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Libia, Alfano: “Non è una partita da serie B. Ora diventi una priorità e l’Onu assuma leadership”

next
Articolo Successivo

Migranti, Stefano Esposito e lo ‘sterminismo’ della politica nostrana

next