Oggi, nel parco di Vulci, vicino Viterbo, una serata per aiutare a costruire una scuola per i bambini Siriani. Tutto è partito dalla voglia di molti artisti, che pensano che parlare non sia più sufficiente e che si debba Fare. Il movimento si chiama #everychildismychild ed è nato dal senso di impotenza davanti alle stragi di innocenti delle quali l’Occidente parla davvero troppo poco. In Siria si è superato il mezzo milione di morti, e i bambini come sempre sono le vittime più colpite.

Un gruppo di artisti importanti oggi si mette a disposizione del suo pubblico con il solo intento di trovare i soldi per quei bambini. #liveforSyria è il primo passo concreto e – sono sicuro – efficace che un gruppo di persone, attori, registi, cantanti, sceneggiatori fa, dando anche un segnale forte alla società civile e dimostrando che fuori dalla politica le cose si possono e si devono fare! Chi andrà oggi a Vulci assisterà a un grande happening di musica e farà un gesto del quale poter andare fiero!

#everychildismychild #liveforSyria ️✌?✌?✌

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, la sindaca Pd di Codigoro: “Tasse più alte per chi ospita profughi”. Partito: “No proclami facili ma inefficaci”

next
Articolo Successivo

Migranti, io sto con Erri De Luca. Le frontiere sono fatte per essere superate

next