La missione della C Star, la nave affittata da un gruppo di attivisti per ostacolare le operazioni di salvataggio delle Ong al largo delle coste libiche, assomiglia sempre più ad un’odissea: dopo il duplice stop, prima a Suez e poi a Cipro, il battello ha incontrato ieri, martedì primo agosto, un altro ostacolo a largo dell’isola di Creta.

Secondo il quotidiano greco Kathimerini questa volta sarebbe stata la capitaneria di porto ellenica a tenere lontano l’equipaggio identitario: un gruppo di 150 attivisti antifascisti, stando al giornale, avrebbe inscenato nella serata di lunedì una manifestazione di protesta presso il porto della cittadina di Ieraptera, sulla costa meridionale dell’isola. 

La C Star avrebbe approcciato la terra ferma avvicinandosi fino a 12 miglia dalla riva e avrebbe stazionato nei pressi delle acque territoriali greche per quasi 24 ore. La ragione della sosta è tutt’ora ignota. A scanso di equivoci, però, il sindaco di Ieraptera Theodosios Kalantzakis, allineandosi al collega Enzo Bianco, ha dichiarato Defend Europe ospite non gradito, chiudendo all’imbarcazione identitaria la possibilità di gettare l’ancora: “Questa è una cittadina antifascista e i rifugiati sono stati sempre i benvenuti” avrebbe detto alla stampa locale.

Intanto gli identitari esultano in rete: in un video pubblicato su Youtube, realizzato a Cipro dalla pasionaria dell’alt-right americana, la blogger Brittany Pettibone, gli attivisti, tra i quali l’italiano Lorenzo Fiato dicono: “Quando vedrete questo video saremo già imbarcati” dice il gruppo che ha attaccato la stampa e ha raccontato di aver scelto l’isola nel sud est del Mediterraneo per “depistare” gli oppositori che da giorni stanno inscenando manifestazioni di protesta a Catania. Defend Europe nega il fiasco dell’operazione e se la prende con la stampa, accusata di aver costruito “fake news”.

Intanto in un post di ieri sera sulla loro pagina Facebook, gli identitari annunciano che l’imbarcazione tira dritto verso la Libia. Stando al sito Marine Traffic, il viaggio della C Star – che aveva spento il transponder, il navigatore satellitare nautico, per quasi 24 ore – sarebbe ripreso in direzione sud ovest del Mediterraneo. Stando alla rotta la destinazione potrebbe, a questo punto, essere la zona calda a largo delle coste libiche. Rimane un mistero, però, dove gli indennitari intendano attraccare e rifornirsi.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Venezuela, la frode s’è conclusa. Comincia lo stato di polizia

prev
Articolo Successivo

Russiagate, il report degli ex 007 americani che accusa Washington

next