Gregorio Paltrinieri medaglia d’oro nei 1500 metri stile libero. Dopo il primo posto alle olimpiadi di Rio dello scorso anno, il 23enne vince il titolo mondiale in 14’35”85 superando l’ucraino Mykhaylo Romanchuk, medaglia d’argento. Sul gradino più basso del podio l’australiano Mack Horton. Quarto posto per Gabriele Detti.

L’atleta di Carpi ha condotto la gara dalla prima all’ultima vasca, ma per 1300 metri ha dovuto controllare l’esuberanza di Romanchuk. Negli ultimi 200 metri la progressione decisiva: “A quel punto ho buttato giù la testa e ho iniziato ad andare – ha detto Paltrinieri ai microfoni Rai subito dopo la gara – Prima i suoi strappi mi hanno dato un po’ fastidio, ma ne avevo ancora. Sono contento”.

Per il giovane talento emiliano è la terza medaglia d’oro nei 1500 stile libero ai Mondiali, dopo quella vinta a Doha nel 2014 e Kazan nel 2015. L’azzurro si conferma assoluto dominatore sulla distanza visto anche il trionfo olimpico di Rio dello scorso anno.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’inno di Mameli è con il linguaggio dei segni: l’emozionante interpretazione delle pallavoliste azzurre

next
Articolo Successivo

Juventus-Roma, Allegri: “Ottime sensazioni, ora testa al campionato”

next