Marvel Studios, al Comic-con International di San Diego,  ha rilasciato il teaser poster e il nuovo trailer in italiano di Thor: Ragnarok, il terzo capitolo della saga dedicata al dio del Tuono. Diretto da Taika Waititi, il film arriverà nelle sale italiane il 25 ottobre anche in 3D e vedrà il ritorno di Chris Hemsworth nel ruolo di Thor e di Tom Hiddleston nei panni di Loki.

Nel film Marvel Thor: Ragnarok, Thor è imprigionato dall’altro lato dell’universo senza il suo potente martello e deve lottare contro il tempo per tornare ad Asgard e fermare il Ragnarok; la distruzione del suo mondo e la fine della civiltà asgardiana; per mano di una nuova e onnipotente minaccia, la spietata Hela con il volto di Cate Blanchett. Ma prima dovrà sopravvivere a un letale scontro fra gladiatori che lo metterà contro il suo vecchio alleato e compagno nel team degli Avengers: l’Incredibile Hulk.

Hela, presentata per la prima volta nei fumetti del 1964, è uno dei nemici più temibili di Thor e la prima antagonista femminile principale mai apparsa nei film Marvel Studios realizzati fino a oggi. Tra gli altri personaggi presenti nei fumetti originali, fanno il loro ingresso nell’Universo Cinematografico Marvel anche l’impetuosa guerriera Valchiria (Tessa Thompson), Skurge l’Esecutore (Karl Urban) e il dittatore di Sakaar (Jeff Goldblum). Oltre a dirigere il film, il regista Taika Waititi interpreta anche un nuovo personaggio in CGI dell’Universo Cinematografico Marvel: il suo nome è Korg. Il cast del film vanta inoltre la presenza di Idris Elba nel ruolo di Heimdall, Mark Ruffalo in quello di Hulk e Anthony Hopkins, che torna a vestire i panni di Odino.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Un paese di Calabria, il documentario che racconta l’integrazione possibile ma che nessun fa vedere in Italia

prev
Articolo Successivo

Blade runner 2049, ecco il nuovo trailer e le foto ufficiali del film con Ford e Gosling

next