Due persone sono morte nel tentativo di salvare una bambina in mare. È successo ad Ostuni, in provincia di Brindisi. Sono stati sopraffatti dalle onde il padre della bambina, un turista inglese di 48 anni, e Martino Maggi, dipendente del vicino lido “Bosco Verde“. La tragedia si è consumata nel tratto di spiaggia libera antistante al lido, tra Pilone e Rosa Marina di Ostuni.

Secondo una prima ricostruzione la bambina era in acqua a giocare con il nonno. Il padre si è reso conto che non riuscivano a rientrare verso la riva ed è andato in loro soccorso. Con lui Martino Maggi, 49enne di Locorotondo (Bari). Come riporta la stampa locale, i due non sono riusciti a salvare la bambina e il nonno, i quali sono stati tratti in salvo da altri soccorritori. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Brindisi e Ostuni. Ma il tentativo di rianimare i due corpi è risultato vano. Da giorni la costa brindisina è oggetto di forti venti di maestrale. Oggi soffia a 10 nodi. I due uomini sarebbero stati inghiottiti dalla onde probabilmente a causa della forte risacca.

Le motovedette hanno soccorso anche le altre persone coinvolte nel tenativo di salvataggio, che faticavano a tornare a riva. “Quel tratto di costa purtroppo non è nuovo a questo genere di tragedie – spiega il capitano Giuseppe Chiarelli, della capitaneria di porto di Brindisi – specialmente quando c’è maestrale si creano correnti che portano i bagnanti al largo, mettendoli in difficoltà”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lodi, insegnante accumula 1500 giorni di permessi e malattie in 6 anni per fare l’avvocato in Calabria. Arrestato

next
Articolo Successivo

Morbillo, tre casi in due hotel della Costiera amalfitana: due addetti alla reception e una cameriera

next